L’asintoto e la verità che si approssima

Chi può dire che una cosa è esattamente vera? Tutte le verità che percepiamo vengono filtrate dai nostri sensi, elaborate dal cervello. Tutto quello che interagisce con noi è stato gia viziato dalla cultura sottointesa dal contesto sociale. Un dato, così come lo si percepisce, non è mai oggettivo. Credo che l’unica forma di oggetività esiste nei numeri. Solo le quantità come uno, due, tre, ecc sono oggettive rispetto a se stesse. Ma se guardiamo più da vicino anche i numeri scopriamo che numeri interi sono possibili solo concettualmente. Nella realtà, uno, due, tre, non esistono, esistono dei numeri che possono avvicinarsi moltissimo al numero intero, ma non saranno mai la quantità deiderata. Inoltre, chi stabilische, anche concettualmente, che uno vale in effetti uno? Per qualcunaltro potrebbe essere una quantità diversa. Una convenzione, però, stabilische che uno, almeno concettualmente è quella determinata quantità, o per meglio dire, entità.
Quindi c’è un background, una società che interviene a dirci quanto varrà la nostra quantità, o fino a che livello la nostra verità è vera, almeno in senso oggettivo.
Solo in astrazione è possibile arrivare alla verità.

Chi è in cerca di verità assolute, o chi afferma di averne trovate è un ingenuo. Il mondo come i nostri sensi lo percepiscono è una approssimazione. L’unico modo per riuscire a sopravvivercì è un determinato livello di flessibilità. In questo senso. è molto più vero un mondo immaginario, o virtuale, piuttostop che il mondo che ci circonda…

Questa tesi, credo che sia applicabile a tutti gli ambiti della mente, della società, insomma, della realtà che noi percepiamo.

fascisti, comunisti, atei, credenti, ognuno di loro afferma che l’unica via possibile è la loro, ma non si rendono conto che così essi sono la dimostrazione dell’errore di fondo che pervade la realtà, l’errore che in un certo senso è il suo costituente.

In realtà anche il discorso che ho fatto mira ad una ed una sola verità inequivocabile, e facendo questo dimostra che se c’è una legge che governa tutto (con un certo livello di approssimazione) è l’approssimazione stessa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...