Così vicino che non sò quanto lontano…

Ciao,
    non ho mai dedicato un post alla mia ragazza, forse perchè so che non lo leggerà, perchè lei non è tipa da internet… Insomma, non ho mai dedicato un post alla persona che più di tutte è vicina al mio cuore.
Di tutte le cazzate che ho fatto negli ultimi anni solo lei è riuscita a capirmi, a comprendermi. Ricordo che la mattina del mio 22 esimo compleanno, una fredda mattina di dicembre, apro gli occhi e me la vedo li, con il suo bel visino, i suoi capelli che cadono sulla mia faccia, e mi avvolgono in un bacio… Prima di lei i miei sentimenti per una persona si fermavano al solo aspetto estetico e sessuale, ma lei, con il suo candore, con i suoi sorrisi, con il suo corpo mi ha fatto scoprire un’altra dimensione di amore. Dietro ad ogni gesto, sotto ad ogni vestito esiste un amore che non avrei immaginato prima…
Sono due anni e qualcosa che siamo insieme, e ancora i miei occhi la vedono come fosse il primo giorno, con il suo giubbotto nero, le scapre bordeaux, il maglione blu ed i jeanz scuri…

Per oggi basta, sennò poi divento troppo melenso…

Silvia, Questa canzone è per te:

Tears Of The Dragon Lyrics
(Bruce Dickinson)

For too long now
There were secrets in my mind
For too long now
There were things I should have said
In the darkness
I was stumbling for the door
To find a reason
To find the time,the place,the hour
Waiting for the winter sun
And the cold light of day
The misty chost of childhood fears
The preessure is building
And I can’t stay away
I throw myself into the sea
Release the wave
Let it wash over me
To face the fear
I once believed
The taers for the dragon
For you and for me
Where I was
I had wings that couldn’t fly
Where I was
I had tears I couldn’t cry
My emotions
Frozen in an icy lake
I couldn’t feel them
Until the ice becan to break
I have no power over this
You know I’m afraid
The walls I built are crumblig
The water is moving
I’m slipping away
I throw myself into the sea
Release the wave
Let it wash over me
To face the fear
I once believed
The taers for the dragon
For you and for me
Slowly I awake
Slowly I rise
The walls I built are crumblig
The water is moving
I’m slipping away
I throw myself into the sea
Release the wave
Let it wash over me
To face the fear
I once believed
The taers for the dragon
For you and for me

Annunci

Un pensiero su “Così vicino che non sò quanto lontano…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...