Post mattutino

Ciao,
    c’è molta adrenalina nel mio sangue stamattina, ho una fitta in mezzo alla pancia, e non riesco nemmeno a farmi su il letto. Credo che l’adrenalina sia data dal fatto che tra pochi giorni mi ritroverò davanti al mio fantasma: l’esame di diritto dei mezzi di comunicazione. Non so che dire, so solo che stamattina dovrei studiare, invece ho visto un film su italia 1 chiamato Roxanne. L’amore per i film anni 80 è più forte di qualsiasi esame/laurea/tesi… Grazie al Faciolo (www.faciolo.splinder.com)  ho scoperto questo amore. Infondo siamo una generazione figlia degli anni 80.
Di questi anni portiamo i pregi ed i difetti, portiamo quella voglia di uscire dagli schemi, quella voglia di uscire dalla crisi, e portiamo quella crisi stessa che ci ha portato agli anni 90. Riflettendo, siamo passati attraverso ogni sorta di riforme scolastiche, riforma delle elementari, delle medie, delle superiori, ed infine dell’università.
Figli di una perenne riforma, e per questo troviamo conforto in quegli anni in cui eravamo piccoli, in cui tutto sembrava naturale, in quegli anni in cui la società era adolescente, e noi eravamo i figli prematuri di una relazione durata troppo poco.
Oggi sto al minimo, e per citare una frase del buon vecchio Stefano, cerco sempre quello stato di grazia che mi porta 1000 giri sopra… sopra il minimo, sopra ogni altra cosa. 1000 giri, non di più, per non farmi troppo male, per sfuggire dal mero vivere, e godersi un pò di più la vita.

Bella definizione Stè, ma se me lo concedi, bisogna vedere anche a quanto arriva il fondoscala del nostro ipotetico contagiri della vita, e quanti giri può sopportare il nostro motore…

Con questa definizione "meccanico/motoristica" della vita e del divertimento Fornite da Stefano posso concludere il post di oggi.

Un Saluto a coloro che vivono la propria vita alla ricerca di quei 1000 girni sopra il minimo.

Raf

Annunci

2 pensieri su “Post mattutino

  1. caro uds, io sono dell’idea che fin quando ce nè, bisogna saper cadere, ma sopratutto sapersi rialzarsi, anche con le ossa rotte, ma l’importante è esserci!!!
    certo non è un bel mondo, ma questo è!
    quindi vedo tutto questo come un esprienza, anche se molto negativa e fastidiosa, ma sono il tipo che prende “il toro per le corna”, fin quando si può, e sopratutto se si può e anche in questo caso non senza provarci!!!
    un saluto sterzo!!!
    (quello dei 1000 giri!!!)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...