Ultimi giorni di Maggio

Ultimi giorni di maggio, un mese passato all’insegna dell’università e dello studio, in assoluto contrasto con il mese passato. La stanchezza mi prende la mente e le mani, ho bisogno di un po’ di riposo, anche se proprio in questi giorni mi si richiede il massimo. Un anno strano è questo, la mia storia è raccontata nelle pagine di questo blog, e credo che sia evidente lo scarto col 2006. Ma non voglio rivangare il passato.

In questo momento sto vivendo un periodo unico, sto vivendo a pieno la mia vita utilizzando tutte le potenzialità inespresse, assopite, che quasi avevo dimenticato. E’ strano come da una caduta ci si possa rialzare più forti di prima, come per quanto la vita miri sempre alle parti basse, uno riesca a trovare la forza e la voglia di rialzarsi, di combattere, di rimettersi in gioco anche quando tutto sembra andare storto. Da gennaio ho lavorato pesantemente su di me, ho fatto la mia bella s.w.a.t. analysis mettendo in luce i miei punti di forza e di debolezza, le minacce e le opportunità del mio modello. Ho iniziato questo piano di comunicazione, questa strategia utilizzando i fattori chiave della mia esistenza. E’ brutto e riduttivo pensare a se stessi in chiave marketing, ma quello di cui avevo bisogno era struttura, organizzazione e strategia. Quando smisi di pianificare, di fare strategia qualche anno fa, credendo che non ce ne fosse più bisogno, feci l’errore più grosso che potessi commettere.
Perciò ho deciso di tornare sui miei passi, di convertire il mio dolore in motivazione, la mia debolezza in punto di forza.
I miei occhi, la mia mente, tengono sotto controllo il mercato e adeguano la mia tecnostruttura secondo le opportunità e le minacce che mi si presentano. Costantemente alla ricerca di un modello migliore che mi possa rappresentare, un’analisi più profonda e meno tecnica mi ha portato a capire più su di me, sul mio essere, stavolta, differentemente dal 2003 nessuno mi ha aiutato, ho potuto contare solo sulle mie forze, non sono scappato, e ho scelto.
Ho capito che c’è una strana forza dentro me, una forza che non riesco a controllare, che si fa sentire solo quando le mie ginocchia si avvicinano al terreno, quando la via più facile sarebbe abbandonarsi al pessimismo, quando più che rialzarsi sarebbe più facile sdraiarsi. Uno spirito combattivo che non si vuole arrendere e che da il meglio di se sotto pressione. Quel lato duro e spigoloso che per sfuggire alle difficoltà, gonfia le vene e tende i muscoli fino allo spasmo, mostrando l’intima potenza assopita dentro di me. Non so se questo sia egocentrismo, ma anche se tutto ciò non fosse possibile senza un background che sorregge e motiva le mie emozioni, in questo contesto, credo che le mie capacità giochino un ruolo fondamentale.

Ora massimo impegno.

Annunci

3 pensieri su “Ultimi giorni di Maggio

  1. “Perciò ho deciso di tornare sui miei passi, di convertire il mio dolore in motivazione, la mia debolezza in punto di forza.”: è un pò l’obiettivo di tutti ma tu ci sei riuscito alla grande. Perchè, come dici te, avverti una forza incontrollabile dentro che proprio nel momento in cui stai toccando il fondo ti da lo slancio finale che non ti permette di cadere.

    Mi piace

  2. “sento una forza dentro che neanche io so come… ed emetto una specie di frappè!!” (elio e le storie tese)

    comunque… vendere se stessi, soprattutto dopo un restyling di marchio e prodotto, senza intaccare i rapporti con i clienti (amici) più fedeli… ti candida di sicuro al nobel per il marketing 2007 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...