Pioggia rosso sangue sul filo dei pensieri…

…sono li, sotto la pioggia, nuvole rapide sopra la mia testa, denti bianchi, e capelli. Un sorriso, e righe rosse che solcano il viso. Una notte stellata, e la libertà che prende i miei occhi, le mie mani, e il vento drizza i miei peli. Nuvole e pensieri, io che lievito sopra tutto e tutti, amici che sorridono e denti bianchi, di nuovo. Lussuria alcolica, e negazione di me stesso, paesi sotto le gomme della macchina ed adrenalina nel mio cuore. Solco le ali della potenza, mentre il fuoco dentro me arde in emozioni spinte al limite. E tutto in torno paesaggio sfocato e nuvole. Piove sopra di me, sopra i miei pensieri, sopra quello che ero, sopra quello che sono. E’ sangue. In un momento, cavalcando l’attimo che fugge, piove sangue, piove sulla mia testa e righe rosse solcano il mio viso, e non c’è paura nel mio cuore. Un cuore che pompa pioggia rosso sangue. Rosso, come il fuoco, rosso, come le emozioni più forti, rosso come la rabbia che pervade il mio cuore.
Eccomi, protratto nello spasmo contratto di un pugno contro il mio essere, sensazione stupenda, mentre tutto è al di sotto di me, delle mie paure, delle mie contraddizioni. Bagnato in questo temporale che piove sogni, che rimarca le emozioni, che spazza via le incertezze con una pioggia rosso sangue.
Come mille stelle cadute, in un deserto di azioni, mentre tutte le contraddizioni danno vita a qualcosa di meraviglioso di unico. E il passato si rimescola con il presente con il futuro, e nulla può scalfirmi, nessuna assenza, nessuna presenza, solo io al centro di tutto, senza confini. Ego in espansione, gesti in contraddizione io che viaggio alla velocità della luce, e le mie dita che corono veloci sul filo di un pensiero…

Annunci

2 pensieri su “Pioggia rosso sangue sul filo dei pensieri…

  1. A volte proprio grazie alla lussuria alcolica il nostro Io non viene negato… tutt’altro. Anzi secondo me è proprio in quella circostanza che emerge la vera essenza di noi stessi… quella che più volte proviamo a nascondere ma che con un attimo, con un bicchiere di troppo, spunta fuori.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...