Dalle superiori ad oggi.

Strano, sembra ieri quando stavo in macchina per andare al pranzo dei 100 giorni, ed invece sono passati quasi sei anni. Quello delle mie superiori era un mondo strano, fatto di cazzate con gli amici, la famosa "merla" (ubriacatura) il sabato sera, la macchina che sembrava una conquista tipo la scalata dell’Everest, le prime ragazze (almeno per me), e tante altre cose che credo sappiate tutti , credo…
Sono passati quasi 6 anni dal mio diploma, nel frattempo mi sono laureato triennale e spero specialistico fra un po. Il tempo dopo i 18 anni accelera, le giornate sono più brevi, c’è sempre meno spazio per se stessi, si vive tutto con meno leggerezza e le cose rimangono più impresse nella corteccia celebrale.
Quando penso a quei tempi lo faccio con un po di nostalgia, mi manca qualche amico, un po di spensieratezza, e le bellissime cazzate che si facevano con la combriccola del Panno Verde.
Ma negli ultimi tempi qualcosa è cambiato. La nostalgia si è affievolita, quando ripenso a quei giorni, lo faccio con distacco, riconosco che sono belli, stupendi, ma riconosco anche che lo sono perché fanno parte del passato! E’ come la prima di un film, la prima volta che lo vedi, lo fai con interesse, magari hai fatto dei chilometri per vederlo al cinema, e quella volta, la ricorderai perché c’è stato tutto un processo unico ed irripetibile perché  per l’appunto di prima ce n’è una ed una sola nella vita, ed è bella per questo! Se dopo rivedi il film si è bello, magari lo capisci meglio, ma ormai è qualcosa di non nuovo, già visto, già vissuto.
Non so che mi stia succedendo, ma credo di aver orientato il mio pensiero, il mio sguardo in un altra direzione. Si può vivere guardando al passato e dicendo che tutto prima era bello, tutto filava e funzionava, lo si può fare, e l’ho fatto, ma è come correre nella ruota del criceto: corri corri corri e non ti muovi di un solo millimetro, così è vivere guardando al passato corri corri corri e non vedi dove stai andando perché hai lo sguardo rivolto in dietro. Cerco di guardare avanti, il più possibile, e nel contempo vedo nello specchietto retrovisore le cose passate e i ricordi allontanarsi, ogni giorno di più, ma non mi angoscia ciò. E’ giusto che delle cose siano finite per poterle apprezzare, un po come le opere d’arte, per essere apprezzate debbono essere ultimate, sennò quello che si guarda è un qualcosa di incompiuto, sicuramente con un suo senso, ma che non si saprà mai come andrà a finire.
Dallo specchietto retrovisore guardo a poco più di un lustro fa e sono felice che quella fase sia finita, sono felice perché sono nella mia nuova fase, certo ci sono problemi e cazzi vari, ma tutto sommato non posso lamentarmi. Ormai, ho salutato, ho acceso le quattro frecce, ho salutato il Raf di qualche anno fa, e proseguo per la mia strada, sereno nei miei panni e nel mio stato.
Per dirla tutta, infondo guardare avanti non è proprio così brutto se non si ha paura di confrontarsi con le situazioni, con le persone, non è brutto se non ci si sente gli ultimi della classe, non è brutto se si ammette che quello che siamo oggi, lo dobbiamo solo a ciò che eravamo.
Ho sempre avuto un po paura nel confronto con gli altri, ho sempre temuto che loro potessero essere meglio di me, ma ora non sento più ciò. Non mi importa troppo del giudizio della gente, mi rendo conto che spesso si tratta con persone spaventate che si mascherano dentro una pseudocattiveria per paura di essere ferite per la prima volta o di nuovo, e un po, mi fanno tenerezza perché è come nascondere un elefante dietro a un cotton fioc.

Penso alla visione d’insieme, non ho più paura come un tempo.

Raf ha compito 24 anni la scorsa settimana e li sente tutti!

Annunci

5 pensieri su “Dalle superiori ad oggi.

  1. ho il tuo stesso pensiero Raf e sai da cosa me ne accorgo?
    Dalla musica!
    Quest’anno sono usciti i cd di:
    Ash
    Smashing Pumpkins
    Francesco Renga
    Linkin Park
    Subsonica

    e di questi ho ascoltato solo gli Ash e Linkin Park ma con distacco. Gli altri ancora sono sconosciuti per me…e pensare che sei anni fa erano il cardine del mio lettore cd sul pulman del ritorno!!!

    Poi se penso a quello che è stato, ci sorrido ma sono ben felice di essere ora qui a vivermi i miei 24 anni.
    Fac

    Mi piace

  2. Wow..che strano ieri facevo lo stesso pensiero…mi sono messa a leggere i diari del liceo…le dediche degli amici…e fa strano pensare al passato..a tutti quei momenti..!!
    Le cose cambiano…anche le persone…molti di loro si sono comportati male….altri li ho persi di vista…
    Purtroppo le cose cambiano..
    Anche i ricordi ..molti momenti li avevo scordati..solo leggendo mi sono tornati in mente..
    i ricordi xo sono solo ricordi… e sai qual’è la cosa più brutta??
    è non poterli rivivere…esistono solo una volta e non si ripetono più…
    se ti va passa dal mio blog ciao!

    Mi piace

  3. ciao!
    bè ke dire…
    primo uaguri…e mi scuso x non averteli fatti ma nn ne avevo la minima idea ke fosse venerdi…
    secondo…bè leggendo quello ke scrivi mi vien voglia di non uscire dalle superiori…di continuare a vivere questi bei momenti spensierati e con i loro grandi problemi…ke se ci penserò tra qualche anno penserò ke erano stupidagini…
    ma va bene così…un giorno anke io vedrò questi ricordi alontanarsi smp +…e x ora mi creo quello ke un giorno vedrò da lontano…
    un bacio _Nemi_

    Mi piace

  4. la vita è una stada a senso unico,
    un pò come una pista in cui i piloti corrono, c’è chi vince, chi è vinto, chi si abbatte e chi cade.
    anche a me capita di guardare indietro, ricordare la spensieratezza che ora è un miraggio, però funziona così, guardiamo indietro con un pizzico di malinconia, guardiamo avanti, sempre più avanti per diventare ciò che vogliamo!
    il Liga dice che “…non si ripassa dal via”, “voglio tenere qualcosa per me!”, volgio un mondo all’altezza dei sogni che ho”, che dire di più!
    saluti stef!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...