Ed è un continuo.

…e mentre mi preparo alle selezioni al master…
Ed è come quando si studiava all’università…
… e sento che piano piano mi amo sempre meno. Non è bello, ma è così.
Ed è tempo perso, treni passati e io che non ci sono più.
… e quando riappaio la mia mente mi sputa addosso, mi violenta, mi squarta e sparge le mie viscere per la strada.
Ed anche prendere una tazza di latte al cioccolato diventa fottutamente difficile.
…e anche godersi il sapore della birra diventa difficile.
Ed è difficile rimanere da soli e pensare…
…e in questo limbo non c’è redenzione…
Ed è tutto bianco e statico come le pareti della mia stanza.
…e anche prepararsi un panino con la mortadella diventa difficile…
Ed è come se qualcuno usasse lo sparachiodi per fissare qualche idea nella mia testa.
…e anche alzare la tavoletta del water diventa difficile…
Ed è come se qualcuno con una motosega ti facesse a pezzi piano piano.
…e anche accendere la tv diventa difficile…
Ed è come se dal buco del culo del mondo uscissero tentacoli pronti a risucchiarti.
…e anche spingere questi maledetti tasti diventa difficile…
Ed anche questo è esercizio di stile…
…e ahahahhahahaha…
Ed è come quando fuori piove ahahahahahahahaha
…e anche prendere la carta è difficile…
Ed è avere 241 amici e non voler parlare con nessuno
…e tutta questa gente è difficile…
Ed è odio e risate…
…e lughing & lughing…
Ed è un continuo piangersi addosso.
…e anche spegnere l’Ipod è difficile
Ed è un continuo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...