Vicino ed inevitabile

Time is running outUn cursore che lampeggia e una vita passata nell’attesa di chi sa cosa. Una pagina web, tanti contatti e persone che non conosco che si affollano davanti ai miei occhi con storie che non mi interessano. Fra poco risalirò su quei treni diretti verso dove. E questo riempie il mio cuore di speranza nell’attesa che il futuro appaia come la luce alla fine della galleria. Di nuovo, riesco a sentire i battiti del mio cuore nel silenzio che mi circonda…

Combattuto fin dentro l’anima da forze contrapposte e ugualmente forti nessuna delle quali prevarrà mai sull’altra.
Ed è come se una mano veloce spingesse forte il coltello nelle mie carni, la sensazione di non aver più terra sotto i piedi. Sentire la necessita di cambiare, ma non averne voglia ed infine temerla. Aver paura del cambiamento come se fosse una malattia. Progressista nelle idee e conservatore nell’anima. Perso in quell’eterno dilemma tra dovere e piacere.
Ma ogni tanto, le mie mascelle si spalancano per far uscire l’urlo di ribalta che mi esplode dentro, poi si richiudono digrignando i denti e facendo sanguinare le gengive. Sangue che fuoriesce come una sensazione di libertà mista ad angoscia, piacere, dolore, costrizione e voglia di liberarsi da tutto.
Ed è una storia che non finisce mai.
Ed è di nuovo un ciclo che spero si chiuda per lasciare spazio ad un altro.
Ed è da sempre così.
…solo che ora tutto si è fatto più vicino ed inevitabile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...