Il resto è costruzione, è società, è sovrastruttura.

Il dolore è forse la più intima esperienza sensoriale. C’è chi la affronta rimanendo e c’è chi la affronta andando via.
Data la sua natura così intima, però, è difficile giudicare, e a mio avviso non si deve e non si dovrebbe fare.
Non c’è un modo giusto di soffrire quindi. Ognuno è libero di scegliere la propria strada ed elaborare il dolore come vuole.
Io credo che alla fine, sotto i vestiti, non siamo altro che scimmie senza pelo. Il resto è solo costruzione, è solo società, è sovrastruttura.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...