(Ri)educarsi

E’ strabiliante come gran parte di questi anni possano essere sintetizzati in pochi versi di una canzone. Come “un cuore” possa tornare a battere con il solo ascolto di pochi versi e di una melodia.
Versi che racchiudono in sé il meglio di tanti anni.
I più belli. Quelli in cui si andava all’università. Quelli in cui gli amici ti consigliavano le parole di Disarm per chiedere ad una ragazza di uscire.
Quelli in cui ti sbronzavi senza pensarci su e alla fine della serata rimaneva il sapore delle labbra di una ragazza mentre ti eri perso in un bacio dato con leggerezza…

“…sono stato un piccolo ragazzo
così vecchio nelle mie scarpe.
E ciò che scelgo è la mia scelta.
Cosa dovrebbe fare un ragazzo…
(mentre gli anni gli bruciano attorno)?”

E d’improvviso un sorriso mi lascia senza difese.

On air: Disarm, Smashing Pumpkins

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...