Moleskine nera

Una Moleskine nera e pagine su cui appuntare i miei pensieri.
Me l’ha regalata un vecchio amico per il mio ventiseiesimo compleanno.

Forse uno dei regali più utili di questi ultimi anni.
Dal 2009 continuo ad scriverci quel che mi passa per la testa: dal mio primo viaggio di lavoro a Venezia passando per i viaggi in treno verso Roma, fino ad arrivare agli abbozzi di pensieri mentre sono al lavoro in questo ultimo periodo.

Parti di canzoni e di sensazioni. Volti che mi son passati davanti lungo il binario della mia vita. Riflessioni che si perdono tra l’inchiostro di qualche pagina.
Momenti in cui avrei voluto essere libero. Momenti in cui lo sono stato. Gli aperitivi fatti alle 6 con i compagni del master, la Forst, e i viaggi in treno mentre ero brillo.
E infine, i momenti in cui avrei voluto mollare e i momenti in cui non l’ho fatto.

Una Moleskine nera: lo Zibaldone dei pensieri, della mia vita. L’organo del mio corpo che tiene traccia di quello che sento, dei brividi che mi passano sotto la pelle, dei sentimenti che sono rimasti appesi tra le lettere di ogni parola.

P.s. Forse già te l’ho detto, ma grazie di cuore per avermi fatto questo regalo.

Always the summers are slipping away
Find me a way for making it stay

On air: Trains, Porcupine Tree

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...