Sarebbe bello ridere di noi

Un giovedì in cui sono uscito.
Lago di Bracciano, e un amico con cui bere un Bacardi breezer.
Parole (chiave) lungo la strada che costeggia il lago.

E sentirsi bene, parlare delle ragazze, parlare del loro modo di vedere le cose e di noi.
A trent’anni cosa vuoi essere?
Quali passi hai intenzione di fare? Ti vuoi sposare?
Che ne so, magari un giorno fare un figlio.
Chi lo sa, forse un giorno avremo una famiglia tutta nostra.

E parlando, ascoltando, le sue parole mi ricordano che tempo fa sono stato innamorato.
La sensazione che si prova ad averla nel letto, dopo aver fatto l’amore, quando ti svegli, quando non vedi l’ora di vederla e non riesci a starle lontano.
Quando, come dice lui, il suo odore è il profumo più buono che abbia mai varcato le tue narici.
Quando nonostante i litigi si torna a far pace. Quando poi dopo si fa l’amore.

Un Bacardi Breezer all’arancia e le mie massime sul futuro.
Ma quanto tempo abbiamo rubato al nostro tempo avvenire? A trent’anni sarebbe bello ridere di noi…
E alla fine, con una notte di mezzo, un messaggio a una ragazza che neanche conosco con questa canzone:

On air: Del nostro tempo rubato, Perturbazione

Annunci

6 pensieri su “Sarebbe bello ridere di noi

  1. Non è mai tempo rubato il tempo speso.
    E se mentre lo spendi riesci a riderci è ancora meglio perchè a trent’anni si ha ogni sacrosanto diritto di ridere, sul tempo passato, presente e futuro.
    A quarant’anni si ride già un po’ meno.
    A sessanta non ti ricordi neppure che a trenta ridevi. Sarebbe bello invece ricordarselo.
    Ciao Raffaele 🙂

    Mi piace

    • Maledetto Facebook, qui non trovo il mi piace per il tuo commento 😉 .
      Ma si, tra una discesa e una salita, e soprattutto guardando in prospettiva, alla fine qualche ristata la possiamo fare. Anzi, è quasi l’una, e questo commento mi fa già sorridere mentre ascolto per l’ennesima volta questa (bellissima) canzone!

      Mi piace

  2. Amo ascoltare musica che non conosco e questa canzone è fantastica! Grazie!

    Ah, e sono fortunata a leggere le tue parole alla mia età: ti svegliano dal torpore e ti fanno vivere la vita!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...