Ancora una volta

E’ il 2014 e non me lo dimentico.

E quando provi a buttarmi giù, quando mi fai remare tutto contro, quando mi togli tutto quello che ho per ridarmene qualche assaggio e farmi montare la fame be’, è proprio in questo momento che mi vedrai dare il massimo.

Io spingerò questo cuore fino al limite estremo, fino a farlo bruciare ancora, come un tempo.
Di nuovo lo prenderò per lanciarlo in alto, così in alto da vederlo brillare tra le stelle.
Perché hai visto ancora una volta le mie gambe tremare nel mio momento di dolore.
Mi hai visto impaurito all’angolo con i pugni in alto e la guardia traballante.

Ma da tutta questa merda, dal letame e dalla cenere, mi vedrai risorgere, ancora una volta.
Perché tu alla fine lo sai, io sono uno che sogna forte, così forte da farsi uscire il sangue dal naso, così intensamente da sapere che dai diamanti non nasce niente, ma dal letame, dal mio letame, nasceranno fiori.

Ama e ridi se amor risponde
piangi forte se non ti sente
dai diamanti non nasce niente
dal letame nascono i fior

Nell’ iPod: Fabrizio De André, Via Del Campo

Advertisements

4 pensieri su “Ancora una volta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...