Il telo verde dell’Heineken

Jeans un po’ troppo vecchi, larghi, e troppo strappati per essere di uno che vive nel 2015. Dr Martens ai piedi già da prima che riandassero di moda e una maglia bianca. Una vecchia 500 rossa e le cuffie dell’iPod classic per sentire la musica.

In qualche modo ha forse perdonato il suo passato e l’ha lasciato andare.

E’ diretto verso il mare con il suo telo verde dell’Heineken. Tettino aperto e il sole che entra dentro la sua testa. Occhiali scuri, schiena dritta e il suo sorriso beffardo. Zero pensieri, la mano sinistra sul volante e la destra sul cambio.

Per costruire qualcosa di nuovo, deve andarsene, deve correre via.

Sente già l’odore del mare entrargli nel cervello mentre la strada che ha percorso mille volte in moto scorre via veloce. Dookie dei Green Day nelle orecchie e quella sensazione di libertà. Un piccolo giro in solitaria per ritrovar se stesso.

Quando ha sentito che ormai era diventato qualcosa che non gli apparteneva più.

Un cielo blu in una calda giornata di marzo, quando le nuvole fuori dal tettino corrono veloci e lasciano lunghe scie bianche di zucchero filato. Il verde saturo dell’erba e il marrone chiaro della terra. Acquedotti romani e pietre grige di 2000 anni fa.

Non è mai stato così lontano da tutto e da tutti.

Ma va bene così.

Nell’iPod: Basket Case, Green day

Annunci

2 pensieri su “Il telo verde dell’Heineken

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...