E così sia

Poi,
poi succede che mi ritrovo a pensare di me e di quel che mi accade. Dei cambiamenti, del mondo, di chi mi è accanto.
Poi,
poi succede che per una volta mi sento consapevole di ciò che sono e cosa faccio.
Poi,
poi succede che ho paura, ma fino a un certo punto perché
poi,
poi ho deciso che stavolta non gioirò: terrò tutto dentro, come facevo qualche tempo fa.

Potrei dirti che sono ancora troppo giovane, o troppo vecchio per non fare certi pensieri. Ma tu mi dirai che ormai lo sai che non posso essere altro. Sai bene che la notte mi scorre dentro come un fiume, o come pioggia. Sai che nonostante tutto, sono sopravvissuto e che per come sono fatto, il baratro avanzerà sempre dietro di me, ma la mia ombra sarà comunque più veloce. Sai  che ho imparato a dimenticare e sono più bravo a perdonarmi. Sai che nonostante tutto la mia anima continua a scivolare via tra le ore di un giorno che avanza, nell’amore, nella solitudine, nella consapevolezza di quel che deve essere e del dolore che dovrò ancora affrontare.

Perché poi,
poi ci sono io e uno specchio. Barba e rughe, cicatrici che non si possono vedere e macchie che continuano a vedersi. No, non mi dimentico chi sono e non mi lascerò inghiottire dalla musica stanca del passato.

Per te sarò sempre un sedicenne incazzato che ascolta Heavy Metal.

E così sia.

They fire off many shots
and many parting blows
Their actions beyond a reasoning
only god would know
And as he lies in heaven
or it could be in hell
I feel he’s somewhere here
or looking from below
But I don’t know, I don’t know

On air: Iron Maiden, For the Greater Good of God

Annunci