E poi questa fottuta playlist anni 90/inizio 2000

Una playlist anni 90/inizio 2000, pensieri spezzettati misti a ricordi e una vita che come un motore ingolfato, singhiozza. Tengo botta cercando di non esplodere e per qualche momento mi sento ancora una volta lontano da tutto e da tutti.

Ho paura, ma cazzo, ormai ce l’ho da un botto e ho imparato a conviverci quando i miei  vorrei si spengono nei posso. Cerco un appiglio per non lievitare in aria e andarmene affanculo con la mente. Penso al 2014, alle facce che ho visto e a quelle che non rivedrò mai più, e le situazioni mi esplodono in mano con fare da bomba ad orologeria.

Ma mi ricordo che devo stare calmo perché ne ho passate tante e tante ne dovrò passare. E una parte di me non si arrende e continua a sognare, a volere di più, e a strattonare imperterrita la catena al collo della mia bestia.

Esplosioni addominali miste ad adrenalina, e sembra come quando alle superiori prima del compito di matematica realizzavo di non sapere un cazzo degli integrali…
E poi questa fottuta playlist anni 90/inizio 2000 con tutte queste canzoni spensierate…

E stranamente,  per qualche momento smetto di aver paura e penso a me stesso come a qualcosa di fluido e in continuo mutamento… Forse sto imparando
Forse, nonostante i calci della vita facciano male sui reni, nonostante le insicurezze e le paure, sento di essere vivo e so che posso andare avanti, perché la strada è sempre lunga e contorta, ma tanto io sto imparando a volare

Now I’m looking to the sky to save me
Looking for a sign of life
Looking for something to help me burn out bright
I’m looking for a complication
Looking ‘cause I’m tired of lying
Make my way back home when I learn to fly high.

Su Spotify: Foo Fighters, Learn To Fly

Annunci